Cos’è l’elettrostimolazione?

L’elettrostimolazione viene eseguita attraverso elettrodi che si applicano su uno o massimo due muscoli. È una tecnica che prevede l’impiego di un particolare dispositivo, denominato elettrostimolatore, che genera impulsi a bassa frequenza che determinano contrazioni muscolari fisiologiche, simili a quella volontarie.
Da evitare in casi di
donne in gravidanza, soggetti affetti da cardiopatie o aritmie, persone che soffrono di epilessia e di ipertensione arteriosa.

Quando si usa l’elettrostimolazione?

  • per rafforzare o mantenere la tonicità muscolare (anche post infortunio)

  • per recuperare il tono dei muscolare post intervento chirurgico

  • per migliorare la forza e la resistenza dei muscoli

  • per bruciare le riserve di grasso localizzato

Quali benefici apporta?

L’elettrostimolazione dà benefici in due grandi contesti.

  • in campo estetico migliora il micro-circolo capillare, tonifica e rassoda i tessuti, riduce leggermente il grasso e le adiposità come la cellulite

  • a livello sportivo tutela il sistema muscolo-tendineo, lo allena e lo tonifica. Diminuisce i tempi di recupero e migliora la circolazione del sangue. Consigliata per gli atleti che devono riabilitare il tono muscolare di un arto immobilizzato