L’artrosi è la più diffusa malattia reumatica cronica, caratterizzata da lesioni degenerative e produttive della cartilagine articolare, il cui processo non coinvolge solo la cartilagine ma l’intera articolazione, quindi anche la membrana sinoviale, l’osso subcondrale, i legamenti, la capsula e i muscoli peri-articolari.

Nell’artrosi  il contenuto di acqua a livello della cartilagine aumenta, a differenza dell’invecchiamento fisiologico, dove diminuisce.

Possiamo trovare forme primarie di artrosi, soprattutto in articolazioni come mani, ginocchia, anche e colonna cervicale e lombare; e forme secondarie, che hanno come causa fattori esterni alla cartilagine (questo tipo di artrosi è frequente anche in soggetti giovani).

La prevalenza dell’artrosi aumenta con l’avanzare dell’età, diffusa sopratutto nei paesi industrializzati (in Italia colpisce il 18% della popolazione, in particolare le donne); non vi è differenza fra bianchi e persone di colore, mentre gli Asiatici sono meno colpiti. Il predominio è maggiore fra i soggetti in sovrappeso o obesi; per il 3% influisce sull’attività lavorativa.

Il processo degenerativo che coinvolge la cartilagine, struttura che riveste i capi articolari e ha la funzione di distribuire uniformemente il carico meccanico, ridurre l’attrito durante il movimento e assorbire i micro-traumi derivati dal carico sull’articolazione, fa sì che proprio questa vada in contro a usura, cosicché i capi ossei contrapposti entrano in contatto e si danneggiano.

Quando è clinicamente palese, l’artrosi è caratterizzata da dolore, rigidità e limitazione funzionale delle articolazioni coinvolte.

 

IL MOVIMENTO PER STARE MEGLIO

È necessaria un’attività fisica specifica è in grado di attenuare il dolore e migliorare la mobilità articolare. In presenza di artrosi avremo una riduzione del ROM (Range of Motion) a causa delle modificazioni strutturali dell’articolazione, che insieme all’aumento di tensione muscolare, provoca dolore. Come risposta a questo, il paziente tende a limitare i movimenti ma così facendo va incontro a una maggiore rigidità e atrofia muscolare.

A soggetti con artrosi è consigliata un’attività fisica così composta:

  • esercizi aerobici a basso impatto, iniziando in scarico e aumentando progressivamente il carico;
  • esercizi di potenziamento muscolare blandi, facendo attenzione in presenza di patologie che coinvolgono il rachide;
  • esercizi di flessibilità (il terapista deve valutare bene l’evoluzione dell’allungamento in relazione alle limitazioni del ROM).

Ricordarsi di partire sempre da un buon riscaldamento muscolare e affidarsi a una buona attrezzatura sportiva con scarpe e abbigliamento adeguati.

 

COSA FARE IN CASO DI DOLORE ACUTO?

E’ importante specificare che in presenza di dolore acuto non è opportuno iniziare con una rieducazione attiva, ma è preferibile intervenire sul processo infiammatorio con farmaci e terapia fisica e alle volte sono necessari esercizi di scarico o l’immobilizzazione temporanea con ausili ortopedici.

Se si ha la possibilità di utilizzare l’idroterapia in vasche riscaldate si può agire anche in fase acuta ottenendo un buon risultato di rilassamento muscolare.

In fase subacuta, o in presenza di pazienti cronici, l’obiettivo della rieducazione motoria è il recupero della mobilità articolare, anche parziale, attraverso le mobilizzazioni passive e successivamente attive e i trattamenti fisioterapici per le strutture muscolari; la ripresa della flessibilità delle articolazioni, della coordinazione, della resistenza, della forza muscolare (a causa della immobilità si va incontro a ipotonia muscolare) e della propriocezione.

Fondamentale è correggere le cattive abitudini che hanno portato a situazioni dolorose partendo dalla postura, evitando il sovrappeso ed eccessivi carichi.

Tutte le articolazioni hanno bisogno di movimento per rimanere sane o per contrastare l’avanzamento dell’artrosi.
Fisiosalus consiglia quindi di fare una sana attività fisica, mirata, specifica e graduale, in base alle caratteristiche fisiche del paziente. Se il dolore generato dall’artrosi ti provoca fastidio chiedi aiuto ai nostri specialisti per avere un programma personalizzato di attività fisica.

 

Prenota un appuntamento con i nostri specialisti