Ecografia addominale

ecografia-addominale

Dott. Stefano Grandolini

Radiodiagnostica

Cos’è l’Ecografia Addominale?

L’ecografia addome completo è lo studio dell’addome superiore e inferiore con metodica ultrasonografica.
Per effettuare l’ecografia addome completo, il paziente il Paziente deve essere digiuno da almeno 6 ore ed aver bevuto circa ¾ di litri di acqua un’ora prima dell’esecuzione dell’esame. Il Paziente viene disteso supino sul lettino ecografico, l’addome viene liberato dai vestiti per consentire di appoggiare la sonda ecografica direttamente sulla cute. L’ecografia addome completo ha una durata di circa 20 – 30 minuti ed è richiesta la collaborazione del paziente nelle apnee respiratorie (inspirio ed espirio).

A che cosa serve?

L’ecografia addome completo viene eseguita per uno studio panoramico degli organi, tessuti e vasi sanguigni ivi contenuti (fegato, milza, reni, pancreas, colecisti, vescica, eccetera) con la finalità di studiarne la forma, la posizione, le alterazioni. Generalmente, si esegue l’ecografia addome completo per individuare od escludere patologie. Viene, inoltre, utilizzata per la stadiazione di malattie e il controllo nel tempo. Quando le malattie sono note, vengono solitamente richiesti studi più mirati come l’addome superiore, l’addome inferiore o addirittura di soli organi (es. ecografia del fegato).

Che cos’è l’ecografia della tiroide?

L’ecografia della tiroide è un esame indolore e non invasivo che utilizza gli ultrasuoni ad alta frequenza innocue per il corpo umano e i suoi tessuti. può essere effettuato su pazienti di tutte le età e in qualsiasi momento della loro vita, compreso la donna in gravidanza. E’ l’esame più adatto a rilevare la presenza di noduli, definirne morfostruttura, dimensione, la vascolarizzazione e valutare ulteriori alterazioni a carico della ghiandola tiroidea. Lo studio della tiroide va sempre completato con lo studio delle stazioni linfonodali del collo.

A che cosa serve l’ecografia della tiroide?

L’ecografia della tiroide è in grado di fornire informazioni precise su anatomia e vascolarizzazione della tiroide e rappresenta uno strumento fondamentale nella diagnostica e nel follow up terapeutico delle più importanti forme patologiche della tiroide.
L’ecografia della tiroide fornisce misure oggettive delle dimensioni della ghiandola e di eventuali lesioni in essa contenute, in base a specifiche caratteristiche morfostrutturali ed color doppler seleziona elementi di malignità da approfondire con studio con agobiopsia. Il tempo necessario all’esecuzione dell’ecografia della tiroide o tiroidea è di circa 20 minuti.

Che cosa è l’ecografia delle ghiandole salivari?

L’ecografia ghiandole salivari è una metodica diagnostica non invasiva è in grado di fornire informazioni precise su anatomia e vascolarizzazione rappresenta uno strumento fondamentale nella diagnostica e nel follow up terapeutico delle più importanti forme patologiche delle ghiandole salivari (ricerca di calcoli, valutazione quadri infiammatori e formazioni tumorali). Lo studio delle ghiandole salivari va sempre completato con lo studio delle stazioni linfonodali del collo.

A che cosa serve l’ecografia delle ghiandole salivari?

L’ecografia ghiandole salivari consente di individuare calcoli a carico delle ghiandole medesime, di studiare le malattie infiammatorie e tumorali. Il tempo necessario all’esecuzione dell’ecografia delle ghiandole salivari è di circa 20 minuti.